Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: corsi di cucina naturale al Centro Arzach

SESTO FIORENTINO – Due corsi di cucina al centro naturale Arzach di via del Casato. Domani, mercoledì 10 ottobre alle 18.30 si terrà il primo di quattro incontri sulla cucina vegetariana. L’ultima lezione, il 31 ottobre, prevede un menù speciale Halloween. Per iscrizioni inviare i propri dati ad info@arzach.it oppure contattare Arzach al numero 055.4490614. Per i più golosi, ma alla ricerca della genuinità, da lunedì 15 ottobre alle 18 prenderà il via il corso “Dolce dolce ma senza zucchero” corso di pasticceria naturale per imparare a cucinare biscotti e torte prive di zucchero, latte ed uova. Tre incontri consecutivi, sempre il lunedì dalle 18. Per iscrizioni scrivere ad info@arzach.it ed attendere mail di risposta.

Annunci
Standard
Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: F-16 alla Limonaia con il Workshop Bambie

SESTO FIORENTINO – In una scenografia colma di praticabili e trabocchetti, di ingressi e di porte di servizio, la compagnia Bambie presenta il suo ultimo lavoro F-16 . Lo spettacolo, ispirato alle vicissitudini mondiali di questi anni, racconta del tentativo di controllo esercitato dai dittatori e talora anche dai cosiddetti operatori di pace che, da liberatori, possono trasformarsi in tiranni e torturatori. In scena al Teatro della Limonaia sabato 13 e domenica 14 alle 21. In prima nazionale. Il 12 e 15 ottobre si terrà il Workshop Bambie. Durata 10 ore, divise in due giorni, il 12 ottobre dalle 19 alle 24 e il 15 ottobre dalle 14 alle 19. Bambie è la compagnia teatrale olandese fondata da Paul van der Laan e Jochem Stavenuiter. Biglietti 15 euro intero e 12 euro ridotto. Costo workshop 50 euro.

Standard
Campi Bisenzio

Campi Bisenzio: lezione-concerto di musica cinese

CAMPI BISENZIO – Il Centro Flog Tradizioni Popolari di Firenze in collaborazione con il Comune di Campi Bisenzio organizza per venerdì 12 ottobre alle 10.30 presso il Teatro Dante una lezione-concerto sulla musica tradizionale cinese per i ragazzi della scuola secondaria di primo grado. Ingresso 2 euro.

Standard
Cronaca, Signa

Signa: ignoti rubano 250 metri di cavi di rame. E mettono al buio 8 lampioni di via del Casone

SIGNA – Circa 250 metri di cavi in rame per l’elettrificazione di 8 pali della luce lungo via del Casone sono stati rubati alcune nottate fa. Il furto sarebbe stato commesso tra il 30 settembre e il 2 ottobre quando i tecnici del Comune si sono accorti che la strada fosse al buio. In un primo momento si è pensato ad un guasto ma solo il 4 ottobre si è stati certi che i lampioni non funzionvano perché qualcuno aveva sfilato via i cavi in rame che portano l’energia ai pali. Il danno ammonterebbe tra i 10 e i 12mila euro. L’amministrazione comunale ha provveduto a denunciare il fatto al locale comando dei carabinieri ma, nell ostesso tempo, invita gli automobilisti e i motociclisti a fare molta attenzione nella guida nottruna. “E’ un tratto di strada assai pericolosi – spiega l’assessore Adriano Paoli – cercheremo di provvedere al ripristino dell’illuminazione appena possibile anche se la cifra necessaria crea non pochi problemi al bilancio comunale. Chiediamo a tutti i cittadini di fare molta attenzione in quel tratto di strada che dovrà essere affrontato a velocità ridotta”.

Il furto dei cavi di rame è ormai una spina nel fianco: colpiti i cimiteri e gli edifici pubblici d adove si portano via caditoie e grondaie, non vengono rispriamti i cantieri ferorviari e neanche quelli edilizi. Adesso si è iniziato a colpire le linee di illuminazione pubblica.

Standard
Calenzano

Calenzano: la nuova chiesa sarà costruita sul progetto dell’architetto Fabrizio Rossi con le opere di Giorgio Butini

CALENZANO – Sarà intitolata a Maria Santissima Madre di Dio la nuova chiesa che sorgerà di fronte al cimitero e sarà costruita sul progetto dell’architetto Fabrizio Rossi con le opere artistiche di Giorgio Butini. Lo ha decios l’Arcidiocesi di Firenze concludendo il concorso di progettazione per il nuovo complesso parrocchiale da realizzare nel territorio della Parrocchia di San Niccolò a Calenzano. La scelta del concorso di progettazione si inserisce nella volontà della Diocesi fiorentina di ricostruire un rapporto positivo e fecondo con l’architettura e l’arte contemporanee: ciascun progettista ha dovuto presentare almeno un artista di riferimento, in modo che le opere d’arte da collocare nello spazio architettonico non risultassero giustapposte, ma fossero il frutto di un percorso condiviso tra le specifiche professionalità. E’ risultato vincitore il progetto presentato dall’architetto Fabrizio Rossi con opere artistiche di Giorgio Butini.

Standard
Campi Bisenzio

Lettera aperta del direttore dei Gigli al Presidente Enrico Rossi su commercio e liberalizzazioni

CAMPI BISENZIO (Firenze) – A seguito delle recenti affermazioni del Presidente Enrico Rossi sulle aperture nel “commercio” il direttore del centro commerciale I GIGLI gli ha inviato la seguente lettera aperta.

 Egregio Signor Presidente,

nutriamo un profondo rispetto per le Istituzioni e in questi 15 anni di attività sul territorio ne abbiamo dato più volte evidente dimostrazione.

Così come rispettiamo la sua posizione circa le aperture domenicali delle attività commerciali. E il nostro rispetto si è concretizzato anche domenica 7 ottobre quando abbiamo accolto la manifestazione di circa duecento cittadini che contestavano il decreto sulle liberalizzazioni.

Tuttavia reputiamo limitativo e generico parlare di negozi deserti, mancati aumenti delle vendite e delle assunzioni. Riassumere in maniera demagogica in una frase tutto l’operato della Gdo in Toscana non è corretto, visto che senza le domeniche di apertura, quest’anno, I Gigli avrebbero rischiato risultati negativi; uno scenario che sarebbe probabilmente costato il posto di lavoro ad alcune centinaia degli attuali 1800 dipendenti dei 134 punti vendita.

I giorni festivi di apertura in più hanno creato nuovi posti di lavoro, specialmente nei fine settimana. Certo non si tratta di contratti di lavoro a tempo indeterminato, ma sempre di lavoro si tratta, qualcosa in più rispetto a chi è costretto a restare a casa in cerca di un impiego.

Non ha senso chiedere la chiusura nel giorno in cui la maggior parte delle persone gode del proprio tempo libero. La società e le abitudini dei cittadini sono cambiate profondamente negli ultimi anni, il commercio non poteva non subire mutazioni e ora non possiamo pretendere di rimanere indietro di decenni.

Forse la soluzione non è proibire le aperture durante le domeniche e le festività, ma lavorare affinché tutti i lavoratori possano godere di contratti e diritti che li tutelino realmente, anche a fronte di un riconoscimento economico più cospicuo rispetto all’attuale. Questa è la direzione da intraprendere, affinché il lavoro domenicale e festivo non sia più tabù.

Ci siamo mossi fin da aprile di quest’anno, per invitarla come ospite speciale a Job Zone, nella giornata conclusiva di domenica scorsa, per farle toccare con mano quella che è una delle maggiori realtà per numero di dipendenti in Toscana, ricevendo solo risposte elusive. Sarebbe stato bello averla con noi il 7 ottobre, anche nel rispetto di quei 200 che hanno manifestato, di quei 5mila che si sono presentati alla kermesse di Corte Lunga in cerca di lavoro e dei 65mila cittadini toscani che hanno scelto I Gigli per la loro domenica.

Con immutata stima

Yashar Deljoye Sabeti

Direttore del centro commerciale I Gigli

Standard
Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: il Bibliobus torna per strada

SESTO FIORENTINO – Prima tappa: piazza Mahbes. Il Bibliobus, la biblioteca viaggiante oggi riprende il cammino con la fermata sul viale Togliatti. All’interno del Bibliobus è possibile trovare per i più piccoli libri, dvd di cartoni animati e documentari e per gli adulti romanzi e bestseller, disponibili per il prestito gratuitamente. Per accedere ai servizi di prestito è necessario avere la tessera della biblioteca, l’iscrizione si può fare direttamente a bordo presentando un documento di identità. Queste le tappe che effettuerà il servizio fino dicembre 2012, in orario dalle 16 alle 18: piazza Vittorio Veneto (12 ottobre, 2 e 16 novembre, 7 dicembre), piazza Mahbes (9 e 26 ottobre, 13 e 30 novembre), via degli Scarpettini (23 ottobre, 6 e 27 novembre e 11 dicembre), via Settembrini (16 e 30 ottobre, 20 novembre, 4 dicembre), via della Sassaiola (19 ottobre, 9 e 23 novembre, 14 dicembre). Il 20 ottobre, nell’ambito della campagna regionale “Tipi da biblioteca”, dalle 10 alle 13 in via Dante Alighieri “La biblioteca va al mercato”, uscita straordinaria del Bibliobus con letture animate, a partire dalle 11, a cura del Gruppo di Lettura ad Alta Voce “Annamaria Loda”. Infine sabato 15 dicembre “Natale sul Bibliobus” dalle 15.30 alle 18.30 in via Dante Alighieri con letture animate curate dai “Genitori da Favola”

Standard