Sesto Fiorentino

Calenzano: i 10 anni del Rally d’autunno a Settimello

CALENZANO – Il Rally d’autunno compie 10 anni. Per questo compleanno domenica 7 ottobre si svolgerà la classica prova di fine stagione riservata per auto d’epoca di elevato valore collezionistico – storico e sportivo con il patrocinio del Comune di Calenzano, in collaborazione con il Gruppo Promozione Le Croci e il Camet Club Auto Moto d’epoca Toscano. Saranno presenti Fiat. Balilla, Ferrari, Lancia , Maserati, Cisitalia ,Peugeot, Citroen un vero Museo viaggiante sulla strada della nostalgia per raccontare come un tempo si correva. L’apertura è alle 9 con al punzonatura a Settimello in via Cioni, alle 10 inizierà il giro di ricognizione toccando varie località di Calenzano, alle 11 è previsto l’arrivo al Passo delle Croci e alle 12 il via al primo equipaggio verso Settimello, in un percorso che sarà reso noto all’ultimo momento e da coprire in determinati minuti nel rispetto del Codice della Strada. Alle 16 al teatro del Circolo Don Minzoni a Settimello ci sarà la premiazione e la mostra di tutti i veicoli partecipanti.

Annunci
Standard
Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: Richard Ginori, riunito oggi a Roma il tavolo tecnico

SESTO FIORENTINO – La nuova proprietà di Richard Ginori, qualora ci fosse un acquirente, potrà formalizzare la richiesta dell’applicazione della “Legge Guttuso” per l’estinzione del debito con gli enti esattoriali da parte dell’azienda sestese. Questa, in grande sintesi, la conclusione della riunione del tavolo tecnico che si è tenuta oggi a Roma in sede ministeriale. Al tavolo l’Agenzia delle Entrate, l’Inps ed Equitalia che si sono confrontati con il Comune di Sesto Fiorentino, la Regione Toscana, la Provincia di Firenze e il Collegio dei liquidatori. Lo Stato potrebbe acquisire i ben museali della Ginori annullando il debito esattoriale ma la procedura, dopo l’istruttoria già avviata e dopo che il Ministero dei Beni Culturali ha già provveduto all’apposizione del vincolo, prevede una richiesta da parte della nuova proprietà e una valutazione dei beni del museo. Sarebbe la prima volta che la  legge “Guttuso” verrebbe applicataa a un intero museo piuttosto che a singole opere d’arte.Entro il 13 novembre i liquidatori sceglieranno l’azienda a cui poter vendere la Richard Ginori. La riunione, alla quale hanno preso parte il sindaco Gianni Gianassi, l’assessore regionale Gianfranco Simoncini e l’assessore provinciale al lavoro Elisa Simoni, è stata l’occasione perché le istituzioni verificassero le possibilità di soluzione della vicenda.

Standard
Signa

Signa: un nuovo ciclo di “Incontri con la filosofia”

SIGNA – Si torna a filosofeggiare all’Odeon 5 di via Santelli con una nuova serie di “Incontri con la filosofia” che tornano dopo la pausa estiva. Il primo appuntamento è in programma per martedì 9 ottobre alle 21.15. Il primo ospite sarà Giovanni Gentile, un incontro con Giampiero Fossi intitolato “Dall’atto puro allo stato etico e totalitario”, una difficile ricostruzione del pensiero e delle opere del filosofo che fu ministro durante il fascismo di cui ne abbracciò le teorizzazioni. Martedì 16 ottobre sarà la volta di Davide Cavaciocchi che parlerà di “Essere e tempo” per la serata dedicata a Martini Heodegger.

Martedì 23 ottobre alle 21.15 sarà la volta di Karl Marx di cui parlerà Sandra Maionchi che disceterà “Dall’dealismo a Das Kapital”. Martedì 30 ottobre, sempre alle 21.15, terminerà il nuovo ciclo di incontri con una serata dedicata a Edmund Husserl con Clarissa Panicagli che parlerà di “Le antenne della chiocciola”.

Standard
Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: una cartellina con i menù delle scuole

SESTO FIORENTINO – Cosa si mangia oggi. E’ questo il titolo di una cartellina realizzata dall’Istituzione SestoIdee in collaborazione con il gestore pubblico delle mense scolastiche Qualità e servizi e distribuita ai 3380 alunni che utilizzano il servizio di refezione. “Quest’anno abbiamo cambiato la veste grafica delle pubblicazioni legate alla mensa – spiega Sonia Farese presidente di SestoIdee – utilizzando più colori e immagini allegre e divertenti per i bambini”. La cartelline hanno una parte in comune dove viene spiegata la corretta alimentazione e le proprietà degli alimenti descritti attraverso i colori, e una parte composta da schede dei menù per le scuole per l’infanzia, le primarie e i nidi. Inoltre sono presenti le diete speciali (circa 200 sono i bambini che seguono menù particolari per motivi sanitari o religiosi). Il costo della mensa scolastica è differenziato per 11 fasce Isee. La tariffa più bassa è di 1,09 euro e la più alta è di 4,87 euro per l’undicesima fascia per un reddito superiore a 24.439 euro.

Guarda il video:

Standard
Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: 220 bambini parteciperanno alla giornata della Protezione civile

SESTO FIORENTINO – Ci saranno 220 bambini alla giornata della Protezione civile. Agli alunni della quarta classe delle scuole elementari sestesi, infatti, verranno consegnati gli attestati di frequenza per il corso sui corretti comportamenti in caso di emergenza. L’anno passato, i bambini sestesi hanno imparato nozioni di primo soccorso sanitario con la Misericordia di Sesto, di antincendio con i Vigili del fuoco e la Racchetta, di sicurezza in montagna con il Cse (Centro studi d’emergenza), di corretto smaltimento dei rifiuti con Quadrifoglio e infine, dei comportamenti da adottare in caso di sisma con la Protezione civile di Sesto. “I ragazzi imparano in fretta – spiega il coordinatore del servizio comunale di Protezione civile, Maurizio Andorlini – lo scorso anno, dopo la lezione sul sisma, siamo tornati nelle scuole a poca distanza dal terremoto in Emilia e un bambino ci ha avvicinati, dicendo che la maestra aveva eseguito le procedure di evacuazione in maniera corretta. La prevenzione in questi casi diventa fondamentale ed è bene impararla da piccoli”. La giornata di Protezione civile del 6 ottobre, nella piazza del Comune, prevede anche un’esercitazione pratica nel pomeriggio, in collaborazione con i vigili del fuoco e le associazioni di volontariato sestesi: intorno alle 15,30 verrà simulato un incendio nel palazzo comunale, che verrà evacuato.

Standard
Calenzano, Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: il Prc esprime cordoglio per la scomaprsa di Galileo Corsi

SESTO FIORENTINO – Rifondazione comunista di Sesto Fiorentino e Calenzano esprime cordoglio “per la scomparsa del Compagno Partigiano ex membro del CLN Galileo Corsi.   Patrimonio della storia antifascista e Comunista della comunità sestese, della piana fiorentina e del paese.   Membro della giunta nominata nel 1944 dal Comitato di Liberazione Nazionale ci lascia oggi all’età di 100 anni.   Il Compagno Corsi è stato dal 1944 al 1946 Assessore all’ordine pubblico della prima Giunta Comunale di Sesto Fiorentino nominata dopo la Liberazione.   Con la scomparsa del Compagno Corsi, si perde una testimonianza vera della storia del Comunismo e dell’antifascismo sestese, la sua vita storia di militanza ci lascia l’insegnamento morale e l’obbligo politico di batterci per un mondo più equo, dove l’aspirazione al Comunismo sia una pratica e una proposta raggiungibile.  Alziamo il pugno chiuso in tuo onore, in tua memoria e nel sentirci legati dall’aspirazione di raggiungere il Comunismo del XXI secolo”.

Standard
Calenzano

Calenzano: Malpezzi (Prc), “inaccettabile l’immobilismo per Agile-Eutelia”

CALENZANO – La vicenda Agile ex Eutelia rimane irrisolta, nonostante l’accordo nazionale risalga al 23 gennaio scorso. L’accordo prevedeva una serie di interventi che, ad oggi, appaiono inapplicati. Il segretario provinciale di Rifondazione Comunista, Andrea Malpezzi, afferma “la sua vicinanza ai lavoratori che ancora si trovano in una situazione di forte incertezza e precarietà”. il segretario del Prc spiega che “non è accettabile che le istituzioni non mantengano gli impegni presi. In Toscana ci sono ancora circa 80 lavoratori che aspettano che venga messo in pratica quanto deciso lo scorso gennaio, ovvero ammortizzatori sociali consistenti e riassunzioni. Come Rifondazione, chiediamo che la Provincia di Firenze, unitamente al Comune di Calenzano, sul cui territorio si trova la filiale toscana dell’azienda, si attivino in tempi brevi per rendere effettivo quanto finora è rimasto sulla carta. Sarebbe un’occasione importante per l’amministrazione pubblica di dimostrare la propria vicinanza e il proprio impegno concreto a  quei lavoratori, sempre più numerosi anche sul territorio fiorentino, che vivono un momento di difficoltà e di incertezza”.

Standard