Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: matrimoni e gite alla prima giornata dei film familiari

SESTO FIORENTINO – Scene da un matrimonio, quello di quaranta anni fa di una coppia di sestesi e qualche frammento di quello di oggi della figlia della coppia sestese, scene di vita quotidiana, di gite scolastiche e viaggi sul pullman stile anni Settanta. Le immagini scorrono, mentre attraverso gli abiti, le pettinature e i luoghi di epoche lontane si ricostruisce la storia seppur quotidiana di una comunità. E’ il fascino dei film familiari, fatto di immagini veloci girate in Super8. La riscoperta di questi “documenti” che raccontano la storia dei sestesi è dovuta alle Giornate dei film familiari promosse da Sesto Tv in collaborazione con il Comune di Sesto e l’Istituzione SestoIdee. Questo pomeriggio al centro civico 4, Casa del Guidi, Daniele Papi di Sesto Tv ha presentato la prima delle due giornate dedicate ai film familiari. “Queste immagini fanno parte della nostra memoria – ha detto il consigliere dell’Istituzione Massimo Rollino – e la memoria è un elemento importante per il nostro futuro”. La seconda giornata si terrà domani, 21 ottobre, all’Unione operaia di Colonnata con inizio alle 15.30. Tra le curiosità un filmato sull’area della manifattura a Doccia e uno sulla storia della Casa del popolo di piazza Rapisardi.

Annunci
Standard
Calenzano

Calenzano: Castro (Pdl), “non tutti i circoli sono uguali”

CALENZANO – A seguito dell’ordinanza con cui è stata imposta la chiusura della sede di un’associazione di via del Colle perché sono state verificate irregolarità di carattere amministrativo, la consigliere comunale del Pdl Monica Castro interviene annunciando di essere indignata contro i metodi del sindaco.

“Come sempr- scrive in una nota Castro – si usano due pesi e due misure. Mi piacerebbe sapere se in tutti i circoli dell’Arci vengono controllate le tessere a tutti gli avventori. Come mai qui i controlli non ci sono mai? Non ci sono parole per commentare questa ingiustizia. Si fanno eccezioni anche sui controlli tecnici, non mi risulta che tutti i circoli di sinistra siano a norma”. Castro, annunciando una prossima interrogazione che presenterà assieme ad Anzio Settimelli (Gruppo misto) per chiedere chiarimenti anche su “come mai si è permesso per l’intera estate che i circoli distrurbassero la quiete della città”?

Standard
Signa

Signa: inaugurate le sedi di Auser e Asi, riaperta quella dell’associazione ferrovieri

SIGNA – Che la zona della stazione di Signa sia al centro di una vera e propria “rivoluzione” lo capisci anche da giornate come quella che si sta concludendo.  Infatti, mentre i lavori in piazza Stazione procedono speditamente, oggi protagoniste assolute sono state le associazioni: Auser, Asi e Associazione ferrovieri “Galileo Nesti” Signa. Le prime due hanno aperto per la prima volta la porta della loro nuova “casa” nei locali dell’ex tronco e il sindaco Alberto Cristianini, alla presenza di Paolo Bambagioni (consigliere regionale Pd) e Stefano Giorgetti, assessore provinciale ai trasporti, ha consegnato le chiavi delle rispettive sedi, fresche di ristrutturazione, ai due presidenti, Norma Lupo (Auser) e Laura Mannori (Asi). Gli ex ferrovieri, invece, hanno “approfittato” della giornata di festa per (ri)aprire l’esposizione di oggettistica ferroviaria intitolata a Galileo Nesti, ex capostazione titolare, primo presidente, scomparso prematuramente nel 2010, inaugurata ufficialmente due anni fa al primo piano  della stazione di Signa. A fare gli onori di casa il presidente dell’associazione, Salvatore Leoni, subentrato da poco a Piero Cerbai, mentre per Rfi era presente il dirigente Francesco Mineccia. A unire le due manifestazioni il taglio del nastro del “parco della rimembranza”, ovvero quell’area vicina ai binari dove sono statio piantati quattro alberi (tre in passato, uno più di recente) alla memoria di altrettanti ferrovieri morti durante lo svolgimento del loro lavoro: Giuseppe Pellistri, Gilberto Nepi, Cesare Cecchi e Anchise Paoli. Una giornata di festa, insomma, suggellata dalle parole del primo cittadino signese, di Bambagioni e Giorgetti, di Leoni e Mineccia, che ancora una volta hanno voluto sottolineare come tutto questo sia stato possibile grazie alla collaborazione instaurata da tempo fra l’amministrazione comunale e Rfi che, come ha ribadito Cristianini, “hanno intrapreso un percorso comune che adesso è giusto sviluppare”. Ufficializzati nell’occasione anche i giorni di apertura dell’esposizione di oggettistica ferroviaria: lunedì, mercoledì, venerdì e domenica a richiesta, martedì e giovedì dalle 15 alle 18, sabato dalle 9 alle 13. Per visite su appuntamento telefonare a Vincenzo Montuoro (0558735724 – 3475204392) o Pier Francesco Nesti (3406740579), info Pro loco Signa (0558790183 – info@prolocosigna.it).

Standard
Signa

Signa: si è celebrato il primo matrimonio civile a Villa Castelletti

SIGNA – La Giunta comunale ha approvato una delibera con cui si è provveduto ad aggiornare le tariffe relative alla celebrazione dei matrimoni civili, che, finora, potevano svolgersi sia nella Sala Giunta del palazzo comunale, sia presso la Sala consiliare “M. Zanobini” di via Degli Alberti.
Ora è possibile sposarsi anche  in un locale di Villa Castelletti  appositamente individuato.
Con bando dello scorso luglio, l’amministrazione comunale aveva dato la possibilità a chiunque ne fosse interessato di rendere disponibile  uno spazio per la  cerimonia civile.
I gestori di Villa Castelletti hanno presentato la domanda e, terminate le procedure necessarie da parte del Comune, è stato possibile offrire questo nuova opportunità  agli  interessati.  Sabato 20 ottobre si è celebrato il primo matrimonio.

Standard
Campi Bisenzio

Campi Bisenzio: confermato l’Election Day per le primarie del centrosinistra a Campi

CAMPI BISENZIO – Definite “le regole” per le primarie del centrosinistra. Confermata l’idea di Election Day che concentrerà il 25 novembre le elezioni per il candidato premier e per il candidato sindaco alle amministrative 2013. Possibile il ballottaggio il 2 dicembre. Per le amministrative 2013 il minimo per essere eletti al primo turno è stato fissato nel 35% più un voto. In gara oltre a Emiliano Fossi, Serena Pillozzi e Nadia Conti (la raccolta delle firme per la presentazione è in corso e anche per questa operazione è stata abbassata la quantità di firme necessarie). Sel ha anunciato che sta valutando l’ipotesi della presentazione di un proprio canddiato. L’Idv per adesso non ha fatto sapere così come il Psi.

Standard
Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: cena per il terzo compleanno della Croce Viola

SESTO FIORENTINO – Cena sociale per la Croce Viola – Pubblica assistenza di Sesto Fiorentino. Per festeggiare il terzo anno dalla fondazione, l’associazione di volontariato ha organizzato una serata alla casa del popolo di Querceto il 26 ottobre. Ecco il menu: penne alla Quercetana e risotto ai porri, prosciutto in bella vista al forno con contorno di piselli e insalata, dolce, acqua, vino e caffè. Il costo è di 20 euro a persona e una parte del ricavato contribuirà al sostentamento dell’associazione. Prenotazioni: 335/7906485 – info@croceviola.com – 055.445300 (dalle 10 alle 12).

Standard
Campi Bisenzio, Piana

Campi Bisenzio: Serni candidato sindaco per La Destra (2). “Sì a pista parallela e vendita di villa Montalvo”

Giorgio Serni e Domenico Leggiero

CAMPI BISENZIO – In netta contrapposizione alla giunta del centro sinistra, Giorgio Serni, candidato sindaco per La Destra alle prossime elezioni, si schiera per il sì alla pista parallela dell’aeroporto. “Siamo a favore – spiega Serni che si è presentato ufficialmente oggi alla stampa – della pista parallela. Così come è adesso, il Vespucci non ha futuro e andrà a morire se non potenziato, perdendo occasioni di impresa e di turismo. Potremmo anche riprendere il vecchio progetto di allungare i binari dal centro di manutenzione ferroviario all’Osmannoro e fare una stazione in via Palagetta per collegarci a Firenze e all’aeroporto”. Spari a zero anche sul parco della Piana, difeso con le unghie e con i denti dagli attuali amministratori. “A cosa serve un parco della Piana quando non c’è sviluppo del territorio e posti di lavoro? Inoltre il parco servirebbe a mitigare gli effetti dell’inceneritore che noi non vogliamo, optando per un disgregatore molecolare: il brevetto c’è ed è stato realizzato in più parti d’Europa, perché non da noi?”. Si è parlato anche di bilancio e patrimonio immobiliare di Campi Bisenzio. “Vogliamo vendere villa Montalvo e villa Rucellai. Inutile tenere strutture costose da mantenere quando non ci sono i soldi per pagare le imprese che lavorano per conto del Comune: alcune ci risultano aspettare i soldi da due anni. Con il ricavato delle alienazioni possiamo in parte sanare il bilancio, in parte pagare le imprese creditrici e in parte avere liquidi da reinvestire. Villa Montalvo sarebbe un ottimo hotel e potrebbe ospitare un museo dell’automobile, dato che di Campi era l’inventore del motore a scoppio, Felice Matteucci”. Per incoraggiare le imprese a investire su Campi, Serni promette una defiscalizzazione per 4 anni. Un po’ come facevano i Comuni nel dopoguerra, in un momento di crisi simile a questo.

Standard