Calenzano

Calenzano: Lega Nord, Borghezio al First per sostenere Jacopo Alberti al Senato

albertiCALENZANO – L’on. Mario Borghezio (Lega Nord) sarà domenica 17 febbraio alle 19 al First Hotel per partecipare ad un incontro con la stampa organizzato dal candidato al Senato Jacopo Alberti. oltre ad Alberti, che gioca in casa essendo proprio calenzanese, saranno presenti altri candidati sia per la Camera che per il Senato. Jacopo Alberti è l’unico candidato presente in lista che rappresenti Calenzano per tutto il centrodestra. “La sua elezione sarebbe una vittoria  per tutta la coalizione” interviene Monica Castro che, pur esendo del Pdl, sostiene il leghista Alberti.

Standard
Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: Giovannini (Udc) su aeroporto e inceneritore. “La sinistra non sceglie e noi siamo nel pantano”

udc giovanniniSESTO FIORENTINO – “Il mio impegno sul territorio lo proseguirò alla Camera dei Deputati”. E’ l’impegno che prende Silvana Giovannini, candidata insieme ad Alessio Bonciani dall’Unione di Centro alla Camera dei Deputati. “Questa candidatura premia la mia partecipazione nei consigli comunali sestesi – prosegue Giovannini – e continuerà ad esserci anche dopo un legame con il territorio e con i cittadini”. E’ la scelta dell’Udc che punta su candidati scelti sul territorio, sul collegamento costante con chi sarà eletto con impegni precisi per sbloccare le grandi questioni irrisolte della Piana e progetti concreti per riportarla ad essere competitiva. Insieme a Giovannini, consigliera comunale sestese, il deputato Udc Alessio Bonciani ha confermato la scelta nella composizione delle liste di rappresentare tutti i territori con un candidato locale. “E’ una scelta che premia chi ha lavorato per la propria zona e che crea il punto di riferimento locale per chi sarà eletto. Purtroppo – ha detto Bonciani – la Piana è salita alla ribalta delle cronache mondiali per la crisi che ha colpito una delle sue aziende più famose, la Richard Ginori, per la quale sembrava essere arrivata una soluzione che poi invece non c’è stata. Sesto ha bisogno di investimenti concreti per rilanciare la sua competitività, a partire dalle infrastrutture, la cui mancanza rischia di creare ancora nuovi problemi economici e di depotenziare altre aziende presenti sul territorio, dove fra l’altro esistono multinazionali che invece hanno tutte le potenzialità per svilupparsi ancora”.
Tra i temi che Giovannini si impegna ad affrontare quelli di cui “se ne parla poco – dice – come la scuola e la cultura. Si parla tanto di Imu, ma per i giovani che oggi non hanno né lavoro né casa questo non è un argomento a cui fare riferimento. E’ uno specchietto per le allodole, i cittadini non sono allodole e sanno come votare”.
Al centro dell’interesse dei candidati l’aeroporto.
“La nuova pista dell’aeroporto di Peretola – ha spiegato Bonciani – deve essere realizzata subito, mentre invece assistiamo ad un nuovo rinvio della Regione Toscana, che ha rimandato, per faide interne al Pd, la decisione a dopo le elezioni. Anni di chiacchiere e di liti hanno bloccato ogni scelta, e ora rischiamo il declassamento dello scalo aeroportuale”.
E tra gli altri argomenti “sospesi” nella Piana c’è il termovalorizzatore.
“Noi non siamo innamorati del termovalorizzatore a Case Passerini, la scelta localizzativa ci ha visto a suo tempo votare contro ma l’abbiamo dovuta subire – ha spiegato la candidata Silvana Giovannini – Adesso però diciamo che, siccome la scelta è stata fatta, realizziamolo e abbassiamo le tariffe sui rifiuti che mettono in ginocchio le famiglie”. Silvana Giovannini, che si è detta onorata di essere nella lista Udc per la Camera perché è il riconoscimento di tante battaglie fatte per il territorio di Sesto, si è impegnata a portare avanti il progetto previsto dalla legge Guttuso per il Museo di Doccia, a condizione che serva al rilancio della Richard Ginori, e a portare avanti tutte le battaglie possibili per migliorare la scuola di ogni grado, affinché gli studenti meritevoli riescano ad andare avanti nel percorso di studi. “Non possiamo permetterci – ha spiegato Giovannini – giovani che interrompono l’università perché costa troppo”. Il segretario comunale Udc di Sesto, Piero Polli, ha concluso l’incontro ricordando qual è stata la politica della sinistra che ha governato fino ad ora, ovvero la politica del rinvio.

Standard
Uncategorized

Sesto Fiorentino: Valeria Fedeli (Pd) visita la Ginori e la Selex Galileo di Campi Bisenzio

GINORI PALLA 230SESTO FIORENTINO –  La capolista del Pd al Senato in Toscana Valeria Fedeli ha visitato in questi giorni alcune aziende della Piana fiorentina e di Scandicci. A Sesto Fiorentino ha incontrato i lavoratori della Richard Ginori, mentre a Campi Bisenzio ha incontrato la Rsu della Selex Galileo. “Sostenere le imprese e le filiere produttive, rilanciarle nella competitività internazionale permette di creare nuova occupazione – ha detto Valeria Fedeli – La vicenda della Ginori è stata inoltre emblematica della mancanza di un progetto industriale a livello nazionale, che ha reso vulnerabili perfino marchi storici per questo territorio e per il paese intero. La Richard Ginori e del resto anche la Selex Galileo, seppur in un settore diverso, rappresentano quella eccellenza italiana che merita un particolare attenzione per fare ripartire l’economia e garantire occupazione”.

Standard
Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: Riccardo Migliori (Pdl), “i parlamentari toscani costituiscano una vera lobby regionale”

SESTmigliori riccardoO FIORENTINO – Un patto tra parlamentari toscani per costituire una vera “lobby” regionale nei due rami del Parlamento. È la non velata proposta avanzata dall’on. Riccardo Migliori (Pdl).

“In Parlamento saranno eletti 50 rappresentanti della Toscana divisi fra le varie liste – dice Migliori – si tratta di una delegazione importante che ha il dovere di rappresentare l’intera regione così come fanno quelli del Piemonte o, magari, i rappresentanti della Puglia”.

La proposta avanzata da Migliori, che non è stato candidato nelle liste del Pdl alle prossime elezioni, ha una spiegazione strettamente locale: “l’assenza di un dibattito politico, in questa campagna elettorale, attorno alle tematiche fiorentine”.

Secondo Migliori “si sente parlare di Imu, di crisi e di tante altre belle cose – dice il membro della direzione del Pdl – ma non ha un’idea di quello che a Roma, in Parlamento, si intende fare per Firenze e la Toscana”. Al centro della questione, aereoporto di PeretolaMigliori intende metterci la questione dell’aeroporto, strategica per lui e il suo partito, e proprio sulla questione dell’indispensabilità della nuova pista di Peretola propone un documento di impegni che i candidati del Pdl potrebbero sottoscrivere nelle prossime ore. I candidati si impegnano, sottoscrivendo il documento, “a sostenere ogni iniziativa, misura politica, normative amministrative, accordo programmatico e proposta legislativa in funzione della più celere realizzazione della nuova pista rimovendo cause che no possano determinare il ritardo o l’impossibilità del varo stesso”.

Riccardo Migliori pensa ad una possibile aggregazione di candidati di altri schieramenti su questo specifico tema. “Da q  ui la possibilità di dar vita ad una vera lobby toscana – conclude il quasi ex deputato – in modo da dare una vera connotazione federalista alla rappresentativa parlamentare della Toscana che potrebbe trovare convergenze, oltre che sulla questione dell’aeroporto di Peretola, anche su altre tematiche come, ad esempio, quella delicata dei rifiuti prima che Firenze venga travolta dall’emergenza”.

Standard
Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: Nichi Vendola incontrerà i lavoratori della Ginori

GINORI PALLA 230SESTO FIORENTINO – Nichi Vendola incontrerà i lavoratori della Richard Ginori. L’incontro avverrà, 2 febbraio alle 10, nella mensa aziendale della storica manifattura sestese. Per il leader nazionale di Sinistra Ecologia Libertà, sarà un momento di confronto e approfondimento insieme agli oltre 300 persone impegnate da mesi nella lotta per la salvaguardia del proprio posto di lavoro. Dopo l’incontro alla Ginori, Vendola si sposterà in piazza Vittorio Veneto, dove alle 11 è previsto un comizio. In caso di maltempo l’iniziativa si terrà al multisala Grotta di via Gramsci 387.
“La vicenda della Richard Ginori – afferma la candidata al Senato Alessia Petraglia – è emblematica del ritardo che abbiamo in Italia nell’affrontare le crisi industriali. Una seria politica industriale, nonostante l’impegno degli enti locali, non potrà mai essere efficace se non c’è un impegno a livello nazionale per sostenere le nostre eccellenze. Una storia di trecento anni come quella della Ginori – conclude – non può perdersi. Per evitare che questo accada, occorre creare una rete di filiera con altre eccellenze del territorio. E puntare sull’innovazione, anche tecnologica, dell’impresa. Questa la sfida che dobbiamo portare ai nuovi privati che arriveranno”.

Standard
Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: Jacopo Alberti (Lega) chiede controlli periodici sulla regolarità degli immobili occupati da cinesi all’Osmannoro

albertiSESTO FIORENTINO – Il candidato al Senato per la Lega Jacopo Alberti è intervenuto sul blitz della Guardia di finanza in alcuni capannoni dell’Osmannoro.
“Finalmente anche a Sesto Fiorentino – dice Alberti – si sono fatte rispettare le leggi italiane, di questo ne sono contento visto che la sinistra da sempre agevola certi insediamenti stranieri che non portano certamente ricchezza per il nostro territorio. Questa situazione difficile in alcune zone delle Piana per la presenza di numerose ditte straniere, e’ stata negli scorsi anni, più volte affrontata anche con alcune denunce da parte di consiglieri comunali di centrodestra”.

Alberti esprime comprensione per “le difficoltà degli amministratori che hanno a disposizione poche risorse per garantire più controlli”. Il candidato della Lega spiega di aver ricevuto numerose richieste di aiuto che chiedevano l’intervento per affrontare e tenere sotto controllo la situazione.

“C’è stata a mio avviso troppa superficialità degli amministratori locali nell’affrontare un fenomeno che ormai ha assunto dimensioni preoccupanti – sostiene Alberti – è l’ora di rimediare a questa situazione spiacevole presente da anni perché queste aziende straniere sul territorio che non rispettano le regole, vanno a danneggiare il nostro tessuto economico produttivo già in forte difficoltà per la crisi presente”. L’esponente della Lega propone un’azione determinata delle forze politiche nell’area della Piana dove la situazione venga monitorata con regolari controlli periodici ed auspica che “la politica non può stare immobile senza intervenire su una globalizzazione senza regole”.

Standard
Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: Nichi Vendola sabato prossimo in piazza Vittorio Veneto

taira vendola 01SESTO FIORENTINO – Il leader di Sel (Sinistra ecologia e Libertà) Nichi Vendola sarà a Sesto Fiorentino sabato 2 febbraio per un incontro, alle 11, in piazza Vittorio Veneto. La sua sarà una breve sosta ma in un momento topico per la vita cittadina: il sabato è giorno di mercato e l’orario è indiscutibilmente quello di punta. Insieme a Vendola ci saranno anche i candidati nelle liste di Sel per Camera e Senato tra i quali il sestese Ivan Moscardi e la campigiana Taira Bartoloni.

Standard