Calenzano

Calenzano: allacciati alla rete 5 impianti fotovoltaici del Comune. Ecco come si risparmierà sulla bolletta

pannelli solariCALENZANO – Sono stati allacciati 5 impianti fotovoltaici dei 7 installati sui tetti degli edifici pubblici. E’ così iniziata la produzione di energia pulita che andrà a compensare quella utilizzata dalle attività degli uffici comunali e. Con la produzione di energia con gli impianti a regime sarà praticamente azzerata la bolletta energetica del Comune. I pannelli che già funzionano sono quelli sul cantiere comunale (98Kw), sulla scuola media (94 Kw), alle scuole elementari di Carraia (84 Kw) e Settimello (60Kw) e sul centro giovani (17 Kw). Rimangono ancora da allacciare gli impianti della piscina (117 Kw) e del palazzetto dello sport (70 Kv). In totale la produzione energetica sarà di 542 Kw, il fabbisogno di quasi 300 famiglie.

Standard
Calenzano

Calenzano: la Pec, la posta elettronica fa risparmiare il Comune

calenzano computer 001CALENZANO – La posta elettronica forse è più veloce, ma sicuramente fa risparmiare. La Pec, la posta certificata nel 2012, si legge in una nota del Comune, ha permesso un risparmio di quasi 15mila euro rispetto alle raccomandate. E nel corso degli anni è aumentato anche l’utilizzo dello strumento elettronico. Per il Comune il numero di Pec inviate è passato dalle 272 del 2010, alle 1211 del 2011, alle 3739 del 2012. Grazie a questo sono state risparmiate 14.994 euro, considerando solo il costo di spedizione senza considerare il risparmio di toner, carta e busta. “La spending review si fa anche con modesti interventi mirati come questo – ha detto l’assessore alla comunicazione Monica Squilloni – Incentivare l’uso dei mezzi digitali significa dare un servizio più efficiente, spendendo meno e risparmiando anche in termini ambientali, limitando il consumo di carta e inchiostro”. Si è quindi abbassata la spesa totale per l’invio di posta cartacea: nel 2010 era pari a 25.421 euro, diventata nel 2011 21.088 euro e poi nel 2012 è arrivata a 12mila euro, senza considerare l’invio delle comunicazioni Imu che non sono state effettuate negli anni precedenti.
A questo va aggiunta la dematerializzazione della posta, attivata lo scorso anno, grazie alla quale la stampa e l’invio della posta in uscita è stata affidata ad una ditta esterna, con notevole risparmio di tempo da parte degli uffici.

Standard
Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: ecco come fare un pranzo di Natale con 50 euro

SESTO FIORENTINO – Un pranzo di Natale per quattro persone con 50 euro? Si può fare. Fra l’altro non rinunciando alla qualità dei prodotti Coop e con un minimo di fantasia che va a braccetto con la classicità della ricorrenza.

Il menù prevede crostini bolognesi con mortadella e crescenza, crostini toscani ai fegatini, tortellini su brodo d’osso, cotechino con lenticchie, mandarini, arance, panettone, pandoro, vino rosso e spumante. Chi volesse le ricette dettagliate può scrivere, facendone richiesta, a piananotizie@gmail.com.

E senza dimenticare gli amici di casa, gatto o cane che siano.

Guarda il video girato in collaborazione con SestoTv.it all’interno del nuovo Coop.fi (che ringraziamo per l’ospitalità) di via Pasolini a Sesto Fiorentino:

Standard
Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: si cerca il risparmio negli acquisti al mercato

sesto mercato 11SESTO FIORENTINO – Alla ricerca del prezzo migliore, del regalo da mettere sotto l’albero di Natale senza dover spendere molto. Questa mattina molti sestesi e non solo hanno visitato il mercato settimanale alla ricerca di occasioni di acquisto per la stagione invernale e per i regali natalizi. E le occasioni non sono mancate, molti banchi hanno in mostra capi d’abbigliamento a prezzi contenuti: maglie e maglioni da 6 a 8 euro, abiti, cappotti tra 10 e 50 euro. E poi ci sono i banchi “fai da te” dove puoi acquistare charms e catenine e costruirti il tuo braccialetto o la tua collana unica e personale. Scarpe, borse, accessori, pigiami e addobbi natalizi e tra questi immancabile il banco dove trovi tutto a 1 euro. E intanto il mercato settimanale del sabato ci sarà anche l’8 dicembre.

Standard
Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: in rete con Esculapio si mette in moto l’accompagnamento sociale della Società della salute nordovest

SESTO FIORENTINO – E’ Esculapio, l’associazione ad occuparsi del coordinamento delle associazioni dell’accompagnamento sociale gestito dalla Società della salute nord ovest per conto degli otto comuni dell’area. Le associazioni coinvolte sono 25 dalle Misericordie alle pubbliche assistenze alle associazioni come l’Auser, 270 sono le persone perlopiù disabili e anziani che attualmente necessitano di questo servizio, circa 105mila i servizi previsti per il prossimo anno, ovvero l’accompagnamento, per i quali sono necessari un mezzo per ogni trasporto e due volontari per ogni viaggio. “I costi sostenuti dai Comuni per questo servizio che è obbligatorio – spiega la presidente della Società della salute nord ovest, Caterina Conti – è di un milione e 850 mila euro. Con questo progetto il risparmio per il 2013 stimato è tra i 100mila e i 150mila euro. Il risparmio ottenuto potrebbe essere investito in altri servizi nei confronti delle persone più deboli”. Il servizio viene garantito da una rete di associazioni resa possibile dall’intervento della Società della salute. “Con queste associazione, con le quali c’erano altrettante convenzione diverse – dice il direttore della Società della salute nord ovest Andrea Valdrè – abbiamo fatto un patto territoriale, uniformando criteri e modalità”. E. A.

Standard
Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: fresco, croccante e alla spina, aperto il nuovo Superstore Coop.fi al CentroSesto

SESTO FIORENTINO – Non più Ipercoop, ma superstore. Un ritorno al passato proiettato nel futuro. La nuova Coop.Fi, all’interno del CentroSesto, ha aperto i battenti questa mattina completamente riorganizzata e rimodulata.

Su una superficie di 5.200 mq il nuovo supermercato offre un’immagine più dinamica e nello stesso tempo tradizionale. Al centro un ampio spazio dedicato ai prodotti freschi come la frutta e la verdura, la forneria con il pane sfuso è stata collocata sul lato opposto a dove era precedentemente.

Rinnovata la zona della cucina, completamente a vista, mentre un settore è stato dedicato ai prodotti biologici Viviverde della Coop. All’insegna del risparmio e dell’abbattimento dello spreco il settore dei distributori di detersivi per il bucato, per i pavimenti con tensioattivi biodegradabili e anche il distribuito re di cereali per la prima colazione e novità assoluta per il settore dedicato agli Amici Animali, il distributore di cibo sfuso per cani e gatti. Croccantini di sapori diversi che i clienti possono acquistare nella giusta quantità.

Tra le novità anche l’area casa con prodotti di design moderno per la tavola e la cucina, il settore della biancheria, uno per l’infanzia con prodotti dedicati ai bambini e uno per i piccoli elettrodomestici e telefonia.

L’ingresso è stato spostato ed ora è davanti alla Farmacia e all’ingresso si trova il pannello con il Salvatempo, mentre oltre alle casse tradizionali sono state inserite anche le casse Salvatempo Più riservate ai soci più veloci con il lettore ottico portatile. All’interno il superstore non ha la distribuzione tradizionale degli scaffali, ma è stato diviso a settori: il fresco, l’area casa, i prodotti di bellezza e di igiene e un’area a raggiera dove si trovano generi vari. La ristrutturazione del centro commerciale non è ancora conclusa. “A gennaio sarà aperto il Caffè adiacente alla forneria – spiega Alberto Giusti direttore del punto vendita Coop – e a fine primavera 2013 sarà completato la riorganizzazione con lo spostamento di alcuni marchi e l’arrivo di altri”. E. A.

Guarda il video:

Standard
Calenzano, Sesto Fiorentino

Risparmio postale, premiati gli uffici PT di Sesto Fiorentino e Settimello

FIRENZE – L’ufficio postale di Sesto Fiorentino, diretto da Rosanna Cusmano, e quello di Settimello (Calenzano), diretto da Donatella Lucarelli, hanno ricevuto riconoscimenti nel corso  del Meeting tra Poste Italiane e Cassa Depositi e Prestiti sul tema del risparmio postale che si è tenuto questa mattina ll’Hotel Sheraton di Firenze..
Sono stati 14 gli uffici postali della provincia di Firenze premiati: quello di Sesto ha ricevuto un premio nella classifica degli uffici postali considerati ad alto traffico di clientela, mentre Settimello ha ricevuto il riconoscimento per la categoria “medio traffico”.

Standard