Cronaca, Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: lascia la bambina di 10 mesi in auto per andare alla sala giochi

polizia-di-statoSESTO FIORENTINO – Un cinese di 38 anni è stato denunciato dagli agenti del commissariato di Sesto per abbandono di minore. L’uomo, J.J. cinese, incensurato, regolarmente residente a Sesto, aveva parcheggiato l’auto esponendo il biglietto di sosta(eessso alle 16.20) in piazza del Mercato per andare a giocare nella sala Snai. All’interno dell’auto aveva però lasciato la figlia di 10 mesi che dormiva. Ad accorgersi della situazione una coppia di anziani coniugi che hanno parcheggiato il proprio veicolo a fianco dell’auto in sosta, una Toyota Pius. Vista la bambina chiusa nell’auto hanno chiamato i poliziotti che si trovavano poco lontano per un’attività di controllo. Gli agenti stavano effettuando un controllo sulla targa al fine di individuare il proprietario quando J.J. si è avvicinato ,attnoro le 17, tenendo ancora in mano le ricevute delle giocate. L’uomo ha prima cercato giustificazion sipiegando anche di essere stato via solo pochi minuti, per un bisogno corporale, ma lo scontrino del parcheggio e le ricevute delle giocate dimostravano che il padre si era allontanato dalla figlia per circa un’ora. Da qui la denuncia alla Procura per abbandono di minore. La piccola è stata, comunque, riaffidata al padre mentre le ricevute del gioco e lo scontrino del parcheggio sono stati sequestrati come prova materiale del reato.

La bambina gode di buona salute e non si sarebbe accorta del trambusto continuando a dormire serenamente. All’interno dell’auto c’erano circa 10 gradi. Nelle prossime ore si muoveranno anche i servizi sociali a seguito della segnalazione che giungerà anche al Tribunale dei minorenni in modo che possano essere verificate le condizioni della famiglia.

D. C.

Annunci
Standard
Cronaca, Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: identificato dai carabinieri il ladro che colpì alla coop La Fonte di Cercina

EPSON DSC pictureSESTO FIORENTINO – I carabinieri della stazione di Sesto hanno identificato il responsabile del furto di alcune attrezzature, compreso un Fiat Doblò, ai danni della cooperativa sociale La Fonte di Cercina. Si tratta di B.L.V. un rumeno di 34 anni, coniugato, pregiudicato che, poco dopo la scomaprsa del veicolo dai piazzali della cooperativa, era stato immortalato da una tv a circuito chiuso di un impianto di rifornimento dove l’uomo si era fermato a rifornire il veicolo. I craabinieri stanno adesso cercando di individuare dove sia finita la refurtiva mentre starebbero ancora cercando di cpaire se l’uomo abbia operato da solo o in compagnia di complici. B.L.V. è stato denunciato a piede libero per furto.

Standard
Cronaca

Cane seviziato e abbandonato in un cassonetto a Brozzi. Adesso lo cura un veterinario sestese

COCKER 01FIRENZE – Gettato in un cassonetto chiuso ancora vivo in un sacco dell’immondizia. E’ quanto hanno fatto i padroni, non certo umani a giudicare dal gesto, di un anziano cane di razza, un cocker ritrovato casualmente da una signora che stava passando vicino ai cassonetti. Il fattaccio, perchè tale è, è accaduto questa mattina alle 13.30 in via di Brozzi vicino al civico 46. La donna passava vicino ai cassonetti quando ha sentito degli uggiolii uscire proprio dai punti di raccolta della spazzatura. Ha tirato su il coperchio e si è trovata di fronte uno spettacolo disumano: all’interno di un sacchetto era stato chiuso un cane. L’animale è stato portato all’ambulatorio veterinario del dottor Sandro Barducci che, COCKER 02pur essendo sestese opera in quella zona di Firenze, e che ha rianimato l’animale. “Non avevo mai visto uno spettacolo del genere – dice il veterinario – il cane malnutrito e visibilmente maltrattato presentava anche un taglio sul lato sinistro del collo probabilmente da qualcuno che ha voluto togliere il microchip che avrebbe permesso il riconoscimento dell’animale e l’identificazione del proprietario”. Adesso il veterinario sestese si metterà in contato con l’Enpa per una denuncia dettagliata dell’accaduto e si è dichiarato disponibile, qualora fosse necessario, di procedere alla segnalazione anche ai carabinieri. Intanto l’animale, in gravissime condizioni, è curato dallo stesso veterinario che non è certo di riuscire a salvarlo.

E. A.

Standard
Campi Bisenzio, Cronaca

Campi Bisenzio: denunciato 60enne avvelenava e catturava gatti con trappole a “nassa”

tinto 9CAMPI BISENZIO – Da tempo era stata ripetutamente segnalata la scomparsa di gatti da una colonia felina cesita dal Comune. Le indagini delle guardie zoofile dell’Enpa erano iniziate a fine del 2011 dopo una serie di avvelenamenti di gati che avevano fatto aumentare la preoccupazione. Nelle ultime ore gli agenti della Sezione Investigativa Speciale per la Tutela Animali hanno denunciato un 60enne residente a Campi nella zona di via Barberinese adiacente il campo sportivo dove, nel suo orto e nel terreno confinante con il centro sportivo, gli agenti hanno trovato polpette di carne contenenti veleno per topi e lumachicida. Erano state inoltre posizionate anche alcune trappole con ingresso a “nassa”.
Gli agenti dell’Enpa coadiuvati dai colleghi della Polizia provinciale hanno perquisito l’abitazione e l’orto dell’indagato dove sono state rinvenute tre trappole in ferro innescate con del cibo e varii prodotti fitosanitari e ratticidi. Tutto il materiale è stato sequestrato e inviato all’istituto zoo-profilattico della Toscana-Lazio per le analisi tossicologiche.
I reati contestati per il 60enne sono maltrattamento, uccisione e spargimento di sostanze pericolose.

Standard
Cronaca, Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: controlli alcoltest, due patenti ritirate

poliziaSESTO FIORENTINO – Gli agenti del commissariato di via Gramsci in collaborazione con i colleghi dlela polizia municipale hannno ritirato due patenti ad alltrettanti condiucenti di veicoli risultati positivi all’alcoltest. I controlli sono stati effettuati tra le 22 di sbaato scorso e le 4 di domenica mattina lungo le strade comunali. Oltre alle due patenti ritirate è stato sequestrato un veicolo risultato non i nregola con le norme stradali mentre i ivgili urbani hanno elevato diverse sanzioni amministrative mentre hanno proceduta alla denuncia a piede libero di una persona ancora per violazione al codice della strada. Nel corso della nottata polizia e vigiili urbani hanno effettuato controlli all’interno di numerosi locali pubblici aperti sul territorio dove non sono state riscontrate irregolarità.

D. C.

Standard
Cronaca, Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: viaggia senza patente su un’auto sequestrata. Denunciato dalla polizia

polizia-di-statoSESTO FIORENTINO – E’ stato denunciato dagli agenti del servizio volanti del commissariato di Sesto perché viaggiava senza patente su di un’auto che non poteva camminare perché sottoposta a fermo. Ieri attorno le 16 all’Osmannoro, nei pressi della Metro, i poliziotti hanno fermato una Laguna con, sulle fiancate, disegnate delle “potenti” fiamme blu. Alla guida un peruviano, A.J.C.M. 42 anni, che ha subito consegnato i documenti per il controllo. L’uomo ha esbito una denuncia di smarrimento dei documenti dell’auto e della patente di guida oltre al certificato di autorizzazione alla guida rilasciato appunto a chi ha smarrito la patente. Ad un controllo al terminale è venuta a galla una storia diversa: il 1° novembre scorso l’uomo era stato fermato mentre guidava in stato di ebrezza con la conseguente sospensione della patente e il fermo del veicolo. Il peruviano, appena uscito dalla questura, era andato al commissariato di Rifredi per denunciare lo smarrimento della aptente e dei documenti di circolazione. Poi si era recato alla Motorizzazione per farsi rilasciare i documenti sostitutivi dell’auto e alla Polstrada per ottenere il documento ostitutivo provvisorio della patente. Il tutto usando ovviamente l’auto che doveva restare ferma. Il 27 novembre la Prefettura gl iaveva notificato il provvedimento di sospensione della patente per 18 mesi ma l’uomo aveva sempre ignorato i provvedimenti restruttivi. Adesso l’auto gli è stata confiscata mentre ha collezionato tre denunce per le dichiarazioni false resi al commissariato di Rifredi, alla Motorizzazione e alla Polostrada.

D. C.

Standard
Cronaca, Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: due donne denunciate per taccheggio, 30 euro la refurtiva

SESTO FIORENTINO – Due donne di etnia Rom di 30 e 36 anni, sono state denunciate a piede libero per taccheggio ai danni dell’Esselunga dove, il 13 novembre, avevano sottratto alcuni capi di abbigliamento per il valore di 30 euro. Una volta fermate dal servizio di vigilanza erano intervenuti gli agenti del locale commissariato. Le due donne sono senza fissa dimora e con precedenti. La merce è stata restituita ai legittimi proprietari.
D. C.

Standard