Calenzano

Calenzano: pannelli solari quasi tutti montati sugli edifici pubblici

Calenzano comune nuovoCALENZANO – Impianti fotovoltaici pronti per essere completati sugli edifici pubblici. Gli impianti sono quasi del tutto allacciati e montati sui tetti pubblici. Cinque su sette stanno già producendo energia pulita per gli edifici comunali e quando il progetto sarà completamente a regime si arriverà quasi ad azzerare la bolletta elettrica del Comune. I pannelli che già funzionano sono quelli sul cantiere comunale (98kW), sulla scuola media (94 kW), sulle scuole elementari di Carraia (84 kW) e Settimello (60 kW) e sul centro giovani (17 kW). Rimangono ancora da allacciare gli impianti della piscina (117 kW) e del palazzetto dello sport (70 kW).

Annunci
Standard
Calenzano

Calenzano: Babbo Natale al Centro espositivo St.Art

StArtCALENZANO – Preparativi per domenica prossima al centro espositivo per l’arrivo di Babbo Natale. L’associazione genitori di Carraia organizza per il 16 dicembre dalle 10 alle 16 allo St.Art in via Garibaldi 7  una grande festa di Natale per bambini. Ci saranno gli elfi ad accogliervi per il mercatino natalizio che accompagneranno i bambini a scrivere la letterina per Babbo Natale, inoltre il coro dei Maggiaioli allieterà la vostra visita; a fine serata ci sarà l’ estrazione della lotteria di Natale. Ingresso gratuito.

Standard
Calenzano

Calenzano: domani il Bibliobus sarà al mercato

bibliobus 002CALENZANO – Domani, 12 dicembre il Bibliobus va al mercato. La biblioteca viaggiante carica di libri che possono essere chiesti in prestito sarà ad attendere i lettori al mercato settimanale di via Don Minzoni dalle 10 alle 12. Nel pomeriggio, invece, il Bibliobus sosterà a Carraia in via Grandi dalle 16 alle18.

Standard
Calenzano

Calenzano: a ciascuno il suo presepe, di pane, di legno, di terracotta

Grande presepeCALENZANO – In ogni angolo, negozio, circolo oltre che casa c’è un presepe. Grande, piccolo, prezioso, low cost, originale, di legno, in terracotta, di pasta oppure di carta, basta che sia un presepe. Così Calenzano è diventata la “città dei presepi” e si sta preparando all’evento “I presepi del territorio” la mostra che sarà inaugurata il 21 dicembre allo St.Art di via Garibaldi dove saranno ospitate oltre 5mila statuetta di presepe provenienti dalle collezioni di tutto il mondo. Intanto ogni frazione ha il proprio presepe. A Settimello c’è il Panificio Di Nauta che sta creando due presepi di pane con tanto di capanna, personaggi, alberi mangiatoia, mentre anche il Forno Ciccone è pronto alla sfida con il suo di “pane e cioccolato”.

Presepe in terracotta policromaSettimello ospiterà anche il grande presepe creato dalle Terracotte di Elena nella nicchia del tabernacolo di piazza Primo Maggio. All’Hotel Delta Florence il presepio è a grandezza naturale con personaggi creati di bianche lenzuola e raffiguranti etnie diverse. La scenografia più stilizzata e  più grande, 12 metri quadrati è ospite della terrazza del Comune di Calenzano con il presepe in poliestere delle Scenografie Barbaro, gli stessi delle scene dell’Arena di Verona che hanno scelto una natività formata da quattro figure: Gesù Bambino, S. Giuseppe, Madonna e una enorme stella Cometa che sovrasta il tutto in colore bianco latte. Su di una Torre del Castello di Calenzano Alto una grande Cometa splenderà per tutto il periodo natalizio a cura  dell’associazione Borgo Antico, mentre l’associazione Atletica di Calenzano posizionerà un presepe in fascine di legno all’interno della rotatoria di via Garibaldi. A Legri nella fattoria di Volmiano, nell’Oratorio tra gli olivi ci sarà un altro presepe. Quello di  Santi Buglioni del XV secolo è ospite della sede di via Volta di Art Defender. Altri presepi sono a Le Croci, a San Donato, a Carraia, La Fogliaia, San Niccolò, Nome di Gesù e Sommaia. E. A.

Standard
Calenzano

Calenzano: aperto il terzo fontanello di Publiacqua, a Settimello in via Giovanni XXIII

fontanello 9CALENZANO – Taglio del nastro questa mattina per il fontanello di via Giovanni XXIII a Settimello. Il terzo punto di erogazione di acqua potabile aperto da Publiacqua a Calenzano, dopo quello in via Don Minzoni e quello aperto la scorsa estate a Carraia. Anche questo fontanello eroga acqua liscia e con gas.

“I fontanelli si sono dimostrati una buona pratica molto apprezzata dai nostri cittadini – ha detto il sindaco Alessio Biagioli – lo dicono i dati sull’erogazione dell’acqua nei due impianti già esistenti: a Calenzano e a Carraia. Con questo terzo impianto ampliamo il servizio, arrivando così a coprire buona parte del nostro territorio. Anche questa volta abbiamo scelto un luogo di aggregazione, vicino alle scuole e al mercato settimanale, proprio perché i fontanelli sono diventati anche questo: un luogo di incontro e socializzazione”.
biagioli 7I dati, forniti da Publiacqua, sui due fontanelli già attivati dimostrano che “l’acqua del sindaco” piace: quello di via Don Minzoni, dal 4 gennaio al 31 ottobre di quest’anno, ha distribuito oltre 85 mila litri, mentre quello di Carraia, dal 17 settembre al 31 ottobre 2012, ha erogato circa 30 mila litri.
“Con grande soddisfazione inauguriamo il Fontanello di Calenzano – ha detto il presidente di Publiacqua Erasmo D’Angelis – I litri erogati dagli altri 56 fontanelli già installati, ci confortano sull’apprezzamento da parte dei cittadini per questa iniziativa. Continuiamo così la nostra campagna per la cosiddetta acqua del sindaco, il fontanello lancia diversi messaggi importanti e positivi per l’acqua del rubinetto: bene pubblico prezioso, valore da tutelare, riduzione di rifiuti e inquinamento, risparmio di plastica, petrolio e dell’acqua necessaria per produrre bottiglie in Pet, riduzione della spesa delle famiglie in una regione come la Toscana dove oggi siamo ancora paradossalmente al top in Europa per consumi di acqua imbottigliata, ogni famiglia spende in media 270 euro per le minerali e 240 euro per la bolletta dell’acquedotto”.

D'Angelis 5Anche l’assessore provinciale all’ambiente Renzo Crescioli ha sottolineato l’importanza dei fontanelli sia dal punto di vista di risparmio ambientale con una riduzione dei rifiuti sia per quello di energia ottenuto eliminando il trasporto di bottiglie di plastica.

E. A.

Guarda il video:

Standard
Calenzano

Calenzano: Vanessa Boretti “ora ci prepariamo per il 2 dicembre”

CALENZANO – “Il 25 novembre è stata una giornata di larghissima partecipazione democratica preparata con cura e gestita egregiamente da tutti i presidenti di seggio e da tutti i volontari che hanno donato il proprio prezioso tempo per la buona riuscita delle primarie del centrosinistra”. E’ quanto ha affermato il segretario del Pd di Calenzano, Vanessa Boretti dopo le primarie del centrosinistra che, a Calenzano hanno portato in vantaggio Matteo Renzi con il 48% circa rispetto a Pierluigi Bersani che ha ottenuto circa il 42%. Un distacco più contenuti tra due dei candidati, rispetto a quanto avvenuto invece negli altri comuni della Piana (Sesto, Campi e Signa) dove la forbice tra il sindaco di Firenze Renzi e Bersani è molto aperta. “Il mio grazie – ha proseguito Boretti – va ad ognuno di loro perché, nonostante tutte le inutili polemiche uscite sui media, hanno mantenuto una grande serenità e una grande spirito di accoglienza verso chiunque si sia approcciato all’evento con rispetto e tranquillità. Un grazie particolare lo rivolgo a Paolo Pineti che ha svolto benissimo il ruolo di Presidente di seggio a Carraia dove sapevamo che un’esponente di centrodestra avrebbe fatto il suo ennesimo show in cerca di visibilità. Pineti ha semplicemente fatto il proprio dovere fermando un dirigente di centrodestra che ha sempre combattuto e continua a combattere il centrosinistra in ogni sede e in ogni occasione. Ora ci prepariamo con grande slancio all’organizzazione dei seggi per il ballottaggio del 2 dicembre, continuando a lavorare per il rispetto della democrazia.”

Standard
Calenzano

Calenzano: il sindaco Biagioli scrive al Prefetto per i Tir sulla Barberinese

CALENZANO – Un’ordinanza che obblighi i tir, in caso di blocco del traffico sulla A1 a sostare sull’autostrada fino a quanto la viabilità non sia ripristinata. E’ quanto chiede il sindaco Alessio Biagioli con una lettera al Prefetto. La richiesta arriva in seguito ad un’interrogazione presentata dal Pd, nella quale si fa riferimento al blocco dell’autostrada del 22 settembre, quando l’ncidente avvenuto nella galleria delle Croci provocò non pochi disagi sulla viabilità di Calenzano. Nella lettera al Prefetto il sindaco Biagioli fa riferimento anche ad altri blocchi dell’A1 avvenuti nei mesi passati, da quelli dovuti a lavori programmati (come la demolizione del cavalcavia di via Poliziano) a quelli provocati dalla neve o da altri fattori. Il problema è che quando si blocca l’autostrada, tutto il traffico, compreso quello pesante, viene riversato sulla provinciale Barberinese che non può sopportare questo tipo di transito.  Dopo l’incidente del 22 settembre, spiega il sindaco nella lettera,  “Tutto il traffico, anche pesante, diretto sia a sud che a nord si è riversato sulla provinciale causando ben otto chilometri di coda tra Carraia e Le Croci con motori accesi e clacson in funzione e facendo vivere ai cittadini ivi residenti un vero e proprio scenario di assedio con un blocco totale del traffico, impedendo di fatto la possibilità di passaggio di un qualsiasi mezzo di emergenza”.

Standard