Sesto Fiorentino

Sesto Fiorentino: l’ultimo mercato, presi d’assalto i banchi delle mutande rosse e di “tutto a 1 euro”

mutande rosse 4SESTO FIORENTINO – “Non è vero…ma ci credo” così si intitola una commedia di Peppino De Filippo scritta nel 1942 e poi diventata un film qualche anno dopo, dedicata alla superstizione, ai rituali scacciaguai e ai portafortuna. Non è vero, ma chissà, meglio non farsi trovare impreparati si pensa in questo periodo di crisi dove i portafortuna sembrano tornare ad avere un ruolo di primo piano e tra superstizione e tradizione c’è anche il colore rosso da indossare la notte di San Silvestro come portatore di buona sorte per l’anno che arriva.

sesto mercato 2La tradizione vuole che il 31 dicembre si indossino mutande rosse, che dovrebbero essere regalate da qualcuno e gettate via il giorno seguente. E’ una tradizione americana che il mercato ha accolto ben volentieri e così in questi ultimi giorni di dicembre il rosso è il colore dominante dei negozi di abbigliamento intimo. Anche al mercato di Sesto Fiorentino, oggi grazie anche al bel tempo, molti si sono riversati per gli acquisti per il cenone di fine anno e per comprare le mutande rosse da regalare e far indossare il 31 dicembre. E i commercianti si sono organizzati. Molti i banchi dove trovare completini da donna rosso fuoco e boxer da uomo. I prezzi? Da 1,50 euro per gli slip da donna a 3 euro il reggiseno e i boxer da uomo. Si scelgono e vengono consegnati in un sacchettino di tulle anch’esso rosso.
sesto mercato 5Tra i banchi del mercato settimanale anche tante proposte da indossare per l’ultimo dell’anno: abiti (rossi) da donna lunghi o corti, luccicanti, con brillantini, fascianti, senza maniche anche questi a prezzi contenuti. In tempo di crisi ad essere presi d’assalto soprattutto i banchi “tutto a 1 euro” dove si possono trovare dalle mollette per i capelli ai guanti in lana, dagli accendigas ai braccialetti.
L’acquisto più corposo è stato, per molti, quello per la cena di San Silvestro cercando prodotti freschi tra i banchi degli alimentari e quelli della frutta secca che, sempre secondo la tradizione, non deve mai mancare sulla tavola del cenone.
Elena Andreini

Guarda il video:

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...